... con Voi nei posti più belli del mondo ...

News dal mondo immobiliare

Vincitore del festival INSIDE(miglior interno 2013)
August 9, 2014

UN APPARTAMENTO DA PREMIO

TESTO PAOLA MENALDO

Ha vinto il festival INSIDE come miglior interno del 2013. Merito del tocco magico di David Kohn che l'ha trasformato in qualcosa di unico. In omaggio alla città in cui si trova: Barcellona

L’appartamento Carrer Avinyo a Barcellona di David Kohn Architects è stato premiato come miglior progetto di interni del 2013 all’INSIDE World Festival of Interiors, che si è da poco concluso a Singapore.

La ristrutturazione realizzata nel quartiere gotico della città spagnola ha convinto la giuria presieduta dal designer Nigel Coates che ha commentato così il riconoscimento: «Il progetto ha una qualità che volevamo trovare: la qualità della magia. La grande sala centrale combina semplicità e un senso di spazio chestimola la curiosità».

Dopo aver stupito Londra con la sua stanza a forma di barcaormeggiata sul tetto della Queen Elizabeth Hall, Kohn mette a segno un altro colpo da maestro, misurando effetti speciali e rispetto della tradizione. L’intervento di Barcellona guarda alla cornice storica senza rinunciare alle soluzioni innovative.

Il risultato è di grande impatto. A partire dai colori delpavimento che affascinano e disorientano allo stesso tempo.Le tessere di mosaico, ispirate alla forma triangolare di una piazza nelle vicinanze, cambiano progressivamente colore, passando dal rosso al verde. Il contesto, e in particolare le strade medievali del quartiere, influiscono anche sull’organizzazione degli spazi. Le pareti divisorie esistenti sono state rimosse per creare un unico ampio open space sul quale è stata costruita una nuova struttura in legno che ospita le camere da letto. Due di queste sono state impilate una sull’altra e la terza è stata unita ad esse grazie a un piano rialzato.

Si ha così un’architettura all’interno dell’architettura, che crea un effetto di grande novità pur rimanendo ben ancorata al contesto. «Il progetto – spiega l’architetto inglese - dimostra come un interno può rispecchiare la città in cui è situato. È un omaggio a Barcellona».